Spending Review Report

Trimestrale | Aprile 2017 |

approvato da Nicoletta Boldrini

Per solo uso interno

Panoramica sulla spesa del primo trimestre

Prestazioni in linea con gli obiettivi di riduzione del numero complessivo di fornitori. I costi “corporate” risultano ancora troppo elevati e i risparmi raggiunti sono stati minimi. 

I risparmi maggiori si registrano a seguito della revisione delle spese e del numero di fornitori nel comparto ICT e in relazione alle Operation

[fonte SAP-idCorporate closing Marzo 2017]

Dettagli di spesa e dei fornitori

Buoni i risultati raggiunti sul consolidamento della spesa complessiva. Raggiunti gli obiettivi di risparmio medio in termini percentuali. Si evidenzia una forte concentrazione della spesa su un numero ristretto di fornitori (si innalza dunque il rischio di monopolio dei provider)

Distribuzione della spesa per tipologia di fornitura

Il grafico mostra l’attuale distribuzione delle spese aziendali in relazione al numero di fornitori ed alla tipologia di acquisti effettuati. 

In .linea generale si evidenzia una forte monopolizzazione da parte di pochi fornitori (esempio, Energia, Servizi postali, Software etc.). Punto critico di attenzione è la Formazione dove su 221 fornitori qualificati i Top 3 coprono il 76% dello spending.

Da qui risulta che i Top 10 fornitori coprono il 46% circa del totale dello spending.

Gli elementi da sottolineare sono:

– la Comunicazione (nonostante sia un’area dove il numero di fornitori è tra i più elevati, oltre 250) registra buone performance rispetto agli obiettivi sia grazie alla riduzione delle spese economiche sia in virtù della riduzione del numero di fornitori;

– la Produzione prosegue il percorso di riduzione del numero complessivo di fornitori ma il risparmio economico, pur evidenziandosi, appare inferiore rispetto all’anno precedente (andrebbero quindi rivisti gli obiettivi puntando maggiormente ad una più efficace capacità di negoziazione delle condizioni economiche e contrattuali dell’ufficio Acquisti anziché all’ulteriore riduzione del numero di fornitori); lo stesso vale per le voci di spesa “materiali/dotazioni”;

– buoni i risultati raggiunti nella riduzione delle spese relative all’autoparco, ai servizi di postalizzazione ed ai viaggi di lavoro anche se le prestazioni più evidenti, in termini di riduzione della spesa, si sono registrate nell’ambito dei servizi immobiliari;

– da evidenziare, in controtendenza, l’aumento sia del numero di fornitori sia della spesa alla voce “consulenze”.

Numero fornitori: variazioni anno su anno

La tabella mostra i risultati raggiunti nel corso dell’ultimo anno rispetto al numero complessivo di fornitori e delle relative variazioni

Le principali evidenze sono:

– il reparto ICT ha raggiunto gli obiettivi riducendo del 125% il numero di fornitori di infrastruttura. (operazione che ha consentito all’azienda di migliorare il time to order del 25% ed ottenere risparmi sulla spesa di 1.2%.)

– il numero di fornitori di prodotto è raddoppiato come conseguenza del lancio della nuova soluzione [Name].

KPI

Spending (Mld)

spesa complessiva del primo trimestre

%

Saving

Percentuale del risparmio medio sulle spese del primo trimestre in linea con gli obiettivi (3-5%) – Obiettivo per il secondo trimestre: saving medio di spesa superiore al 5%

%

Top 10 Market

La spesa verso i principali 10 fornitori è del 46.6%

Quote di mercato fornitori

DIGITAL FUSION

Tel. +39 0236505844

Via Correggio, 48

20149 Milano

info@digitalfusion.it

www.digitalfusion.it